LA DOMENICA SPORTIVA

Categoria NARRARE LE EMOZIONI

 losa

Sessantuno anni e non li dimostra., con il bianco e nero dell’inizio che si evolve, anno dopo anno, fino a divenire il massimo, e non solo del colore, nella aspettativa sportiva della domenica sera. A dividere per decenni la vita della Domenica Sportiva negli anni settanta avvengono alcuni fatti che faranno scuola e storia. Un rallentatore di immagini, si trasforma con Sassi e Pizzul, e la “moviola” comincia a far discutere gli italiani. Per la prima volta un arbitro, Lo Bello, dinanzi alla realtà delle immagini, ammette l’errore, con lo sbaglio che penalizza il Milan e favorisce la Juve. Le polemiche divengono roventi. Allora come…oggi.. Gli anni novanta segnano, poi, nella trasmissione il profondo cambiamento, che riguarda il mondo della Tv. L’emittenza commerciale impone nuove logiche e gioco forza la Domenica Sportiva si adegua: diviene un punto di confronto dialettico tra gli sportivi dopo che la diretta, e la pay tv hanno mostrato l’evento. Il successivo decennio vede l’accentuarsi nel palinsesto l’aspetto del dibattito. Le grandi squadre avranno uno spazio sempre più consistente, anche perché è il calcio straniero a divenire realtà. Oggi la trasmissione ha una svolta che esalta il commento del post partita, il calcio giocato non ha più limiti orari. Il commento si adegua e lo segue nei tempi.

 

losa

 

d30 4186

 

ale 7861

Mission

Gli sportivi di alto livello hanno una responsabilità che va ben oltre il fare onore alla maglia che indossano, al club o alla nazione che rappresentano.
Agli occhi dei giovani essi incarnano lo spirito, l’essenza stessa dello sport

Con la collaborazione di

 confagricoltura

Title Sponsor

Logo Menarini
sustenium

Main Partner

 

Consultinvest

Contact Us

Associazione Premio Internazionale “FAIR PLAY Mecenate”
  Via Ippolito Rosellini, 17 52100 Arezzo, Italia
  +39.0575.910772

siti web arezzo