GIANLUCA PESSOTTO

Categoria “I valori sociali dello sport”

Ambasciatore Fair Play

Gianluca Pessotto, ovvero, e sono parole sue: la partita più importante. Si forma nel Milan e poi una carriera che con grande rapidità sale fino alla A dove fa il suo esordio con la maglia del Torino. E’ il 1994, e di lì ad un anno passa alla Juve, dove corona le sue capacità vincendo praticamente tutto, Champions League compresa. La vita appare serena, apparentemente però, perché non gli riserva solo l’applauso dello stadio, ma prove ben più difficili. Complice un infortunio che lo colpisce, non solo nel fisico, Gianluca, che i compagni di squadra chiamano, “il professorino”, per la laurea in legge, decide che la vita è insopportabile ed in un momento di scoramento, si abbandona.

I compagni di squadra lasciano il ritiro azzurro e lo raggiungono in ospedale. Da quel momento è tutta una gara del cuore a sostenerlo. Uno splendido esempio nel sentirsi fratelli lo aiuta, una volta avviata la convalescenza a guarire. E l’affetto fa miracoli perché Gianluca non solo recupera la pienezza della forza fisica, ma torna al lavoro nella sua Juve come team manager. Nell’attività dell’oggi, al settore giovanile può mettere a disposizione oltre alle conoscenze tecniche, le sue esperienze di vita, e l’emozione, non di quel rigore segnato in Champions, ma del gol segnato per la vita.

Mission

Gli sportivi di alto livello hanno una responsabilità che va ben oltre il fare onore alla maglia che indossano, al club o alla nazione che rappresentano.
Agli occhi dei giovani essi incarnano lo spirito, l’essenza stessa dello sport

Con la collaborazione di

  confagricoltura

Title Sponsor

Logo Menarini
sustenium

Main Partner

Consultinvest
menchetti

Contact Us

Associazione Premio Internazionale “FAIR PLAY Mecenate”
  Via Ippolito Rosellini, 17 52100 Arezzo, Italia
  +39.0575.910772

siti web arezzo